Per colpa di Aristotele Cosa Nostra è finita

Descrizione

La vicenda si svolge in una New York degli anni ‘50 ed è la storia dei tre fratelli Bonanno, Vincent, il pensatore, Mimì, il cuoco e Peter il poeta ed anche il più giovane e maldestro dei tre. Proprio Peter è la causa scatenante lo svolgimento della trama. I fratelli prestano la loro opera per una delle più potenti famiglie mafiose della città ma essendo tre imbranati ed incapaci vengono assegnati loro sempre compiti banali, malgrado ciò riescono ugualmente a combinare guai.

La commedia, scritta da Enzo Rapisarda è una commedia degli equivoci, dei doppi sensi, una valanga di risate dai tempi comici strettissimi.
Tra divertenti battute e gags esilaranti le frecciate satiriche sono numerose e degne di essere colte, tuttavia la commedia ci lascia dentro anche qualcosa su cui riflettere senza mai risultare pesante o volgare.
Una allegra parodia che a tratti ci riporta a film famosi legati attraverso l’ironia a quei luoghi comuni che fanno parte dell’universo “mafia”, che prendendo di mira tutti gli stereotipi dell’argomento cercano di sottolineare l’assurdità di certi pregiudizi che fanno parte di una piaga purtroppo ancora esistente più di quanto si creda.
Se da un recente sondaggio è risultato che in Italia il personaggio cinematografico che più è rimasto impresso nel pubblico è quel Don Vito Corleone de “Il Padrino” portato magistralmente sullo schermo da Marlon Brando, significa che nell’immaginario collettivo le storie di mafia fanno ancora presa, forse perché in un mondo attuale dove la crisi dei valori si fa sentire, pur condannandone tutte le espressioni criminose, fa piacere trovare quei sentimenti forti e quei valori propri dell’indole siciliana.


Personaggi e interpreti :

Vincent Bonanno:
Enzo Rapisarda;
Mimì Bonanno:
Domenico Veraldi;
Peter Bonanno:
Gianluca Dattolo;
Rosa Bonanno:
Gianluca Dattolo;
Donna Concetta: :
Enza Platania;
Anthony Braccino:
Mario Santagati;
Billy Reynolds: :
Alberto Latta;
Jaqueline: Maria:
Gagliano;

Staff :

Direttore di Scena:
Sergiu Petric;
Scenografia:
Laboratorio N.C.T.
Direzione luci e suono:
Marin Bulmez
Costumi:
Laboratorio N.C.T.
Regia:
Enzo Rapisarda
Produzione e messa in scena:
Nuova Compagnia Teatrale

Torna su